lunedì 16 maggio 2011

Voglio una vita normalmente ingiusta


Sull'onda del Dopostoria
Noi, trent'anni liberi, cresciuti piano
Felicemente soli.

Un cuore batte nel tuo ventre: 
Ora bisogna che andiamo.
Dove coltivare l'amore?
Dove la rete e l'alleanza?
Dove i parenti e gli esempi?

Non bastasse un'infanzia rediviva
O fiorenti manie sognatrici
Incrociamo solo anatemi, 
Protezionismi travestiti d'avanguardia
Parentado irrisolto e sputasentenze.
Cacasenni filoinduisti: noi torniamo a casa!

Solo dove il dolore forgia 
e l'ingiustizia concima la terra
Noi pianteremo tende e seme
Nutrendo futuro e presente




Che film è?

RISPOSTA: American Life, di Sam Mendes (...quello di American Beauty). Da ricordare di questo film sono anche le bellissime canzoni di Alexi Murdoch

2 commenti:

  1. è sicuro pasolini!!!
    :)

    RispondiElimina
  2. Naaaaa!! Ma tu dicevi la poesia????
    Intendevo il film (l'immagine ne è una scena)

    RispondiElimina